Arriva la primavera ma vi racconto l’inverno (#1 – continua…)

Io vi giuro che stasera volevo andare a dormire presto.
Poi però sono intervenute cause esterne, e non ho avuto alternative.

Ormai quasi 3 settimane fa, correva il 9 marzo 2014, sono andato con un gruppo di amici in montagna a camminare con le racchette da nave, comunemente conosciute come ciaspole e definite in dialetto ciastre. (Personalmente ritengo la parola “ciaspole” sia proprio brutta a livello acustico, quindi non vi aspettate che la usi.)

L’idea per questa giornata è venuta a Silvio, che proponeva di andare in val Varaita ai laghi Bagnour, in modo da avere il rifugio con tanto di polenta e salsiccia per pranzo. Io invece ero per essere leggermente più selvaggi, ovvero andare in un posto dove ci fosse meno gente e potessimo stare più per i cavolacci nostri, anche a costo di privarci della polenta e salsiccia e sostituirli con pranzo al sacco.
La meta che proponevo in alternativa era sopra Ostana, in val Po, con splendida vista Monviso. Sono riuscito –non so come– a plagiare il resto del gruppo e infine la maggioranza era d’accordo con me.
Certo, va detto che Silvio aveva minacciato feroci ritorsioni nel caso Viso fosse stato anche solamente velato: visto che avevamo barattato il pranzo in rifugio per la vista, che fosse almeno spettacolare! E va anche detto che Laura aveva votato per questa opzione, tanto “anche se non c’è il rifugio ci sediamo comunque su una panchina”. (In montagna. Con la neve.)

La giornata è stata spettacolare e ci siamo divertiti davvero un sacco. Sul blog non ne ho scritto nulla prima perché ero stanco, poi perché non avevo tutte le foto e infine era passato troppo tempo.
Dovete però sapere che quel giorno Luca aveva con sè una GoPro, cioè una telecamera di quelle ultra-resistenti piccolina pensata apposta per quando vai a fare sport. Il video di quella giornata, però, ce lo ha mandato solo poco fa.
Ecco quindi le mie considerazioni:
– visto che in questo periodo
la sinergia YouTube / WordPress fa tendenza; 😉
– considerato che ho passato gli ultimi 10 minuti a ridere come un deficiente da solo davanti allo schermo del computer;
– poiché di tutto questo non vi avevo ancora detto nulla…
sono giunto alla conclusione che è giunto il momento di raccontare questa giornata anche qui sul blog! 🙂

Mi sono reso conto, tra l’altro, che in questo modo apro e chiudo il mio inverno 2013-14 nello stesso modo: raccontando una giornata sulla neve. (Purtroppo questi due eventi sono rimasti praticamente isolati, ma almeno l’apertura e la conclusione sono state più che significative!)

 

Detto questo… vai con il foto-racconto, e video a seguire!!! 🙂

Ore 8.30, partenza da Saluzzo
Ore 8.30 ma quando mai. Uno arriva e deve andare a comprare il pranzo. L’altra aveva avvisato tutti di propria iniziativa che il ritrovo era spostato alle 8.45 e anche se nessuno le ha risposto (quindi il ritrovo era e rimaneva alle 8.30) se ne arriva comunque alle 8.45. Siamo e rimaniamo una banda di sbandati. 🙂
Visto che non tutti di noi avevano le ciastre, ci siamo organizzati per potarne qualcuna in più: credo che alla fine ne siano avanzate circa 4-5 paia. 😛 Non parliamo delle coperte+mantelle che ci siamo portati per sederci, potevamo organizzare una partita a calcetto sulla superfice risultate da tutte le coperte messe insieme! Decisamente la comunicazione e l’organizzazione non sono il nostro forte. 😉
Risultavano presenti: il sottoscritto, Rebecca (la sorella del sottoscritto), Cilla (la mamma del sottoscritto), Silvio, Ilaria, Roberta, Marco, Luca L. (il proprietario della telecamera), Luca T. (il non proprietario della telecamera), Marco, Elisa, Laura e Miriam. Tre macchine e quattro persone per macchina. Più un cane scassaballe (il nostro), che quando si va in montagna non capisce più niente, è felice e quindi abbaia. Di continuo. Per tutto il viaggio. (
Come al solito, peraltro.)

Ore circa 10, si arriva in loco
Dopo un momento parcheggio imbarazzante per il guidatore di una delle tre macchine, nonché attuale scrivente e proprietario di qvesto blog, inizia lo scambio “ho un paio di racchette”, “mi mancano i bastoncini”, “mi presti la crema solare”, “sistemami tu le ciastre che non sono pratica”. Come al solito brilliamo per rigore, organizzazione e disciplina.
Alle 10.30 circa siamo pronti a partire!

La GoPro di Luca entra in azioneGOPR3523

GOPR3526

Il sottoscritto si è abbigliato per essere chiaramente riconoscibile da lontano. (Scherzo, quello è il mio pile che viene sempre con me ogni volta che c’è di mezzo la montagna e stop.)GOPR3528

Il ciuffo ribelle del fotografo che spunta. (La videocamera -che in questo caso funge anche da fotocamera- è legata al busto con una specie di imbragatura molto leggera.)GOPR3529

Marco è già per terra. (Cose che capitano e, soprattutto, ricapitano.)GOPR3530

Infatti, circa una ventina di minuti dopo… Marco è di nuovo per terra.GOPR3532

A questo punto però occorre precisare alcuni particolari. La mamma del sottoscritto, sicuramente più sportiva e allenata della media del resto del gruppo, condivide con noi il percorso solo in parte. Dopo circa una ventina di minuti le vie si separano: noi verso una meta più tranquilla e alla portata di tutti, mamma invece verso l’alto.
Intanto, però, l’illustre genitrice ha avuto già il tempo di mettere in modo la sua macchina fotografica e di sfogarsi. Permettendomi così di dimostrare che questo spettacolo valeva ben una polenta e salsiccia!

Signori, sua maestà il Re di pietra.DSCF7381

DSCF7382

Posti bellini dove fare un giretto, eh… 😉DSCF7385

La madre è avanti, e fa le foto a noi che stiamo arrivando
(e ad altra gente a caso che si trovava da quelle parti).
DSCF7387

Ore 10.50 circa, le strade si dividono
Il momento è giunto, i sentieri si biforcano. Bivio 1: mamma e Fiocco vanno a sinistra (su un sentiero che inizia a salire), noi tiriamo dritto ancora per un po’ senza salire eccessivamente.
Prima pausa e, ovviamente, momento foto.

Bivio 1DSCF7388

 

We, the people
(1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11… ok, ci siamo tutti!)
DSCF7390

A questo punto mamma se ne va e sforna una quantità infinita di foto. Il punto è che sono belle, molto più delle nostre che sono poche e raramente riguardano il paesaggio (settordici coperte, ventundici paia di ciastre e neanche una macchina foto funzionante a parte la GoPro… imbarazzo), ergo almeno qualcuna mi tocca metterla perché meritano davvero.
Ce ne sono un sacco che meriterebbero, ma poi sarebbero troppe, farò una selezione molto simbolica.

DSCF7391DSCF7399

 

 

DSCF7400DSCF7405DSCF7411DSCF7412DSCF7413DSCF7429

DSCF7439DSCF7443DSCF7448 CervinoDSCF7450

Ovviamente quando mamma se ne è andata a fare queste foto, la qualità della documentazione del nostro gruppo è precipitata sotto i piedi.

Intanto, anche se con la narrazione siamo rimasti al Bivio 1 ecco qual è la mia situazione attuale:
– l’inizio del post risale a due sere fa, ma il lavoro è stato interrotto dal sonno;
– stasera ho proseguito la scrittura ma ora sono sabotato dalle stesse cause dell’altra sera;
– però non mi va di rimandare nuovamente la pubblicazione;
– e consideriamo pure che questo articolo sta diventando lunghissimo.

Risolvo tutti i problemi introducendo la pubblicazione a puntate! Intanto vi lascio con il video e ci sentiamo al più presto per gli entusiasmanti aggiornamenti! 😛
P.s. Il video inizia esattamente presso il Bivio 2, quindi vi mancano tutti i riferimenti per capire cosa stia succedendo… Consideratelo un trailer della seconda e ultima puntata, che cercherò di far uscire al più presto! 😉

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in #Comunemente: un blog come tanti altri, Eventi & Avvenimenti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Arriva la primavera ma vi racconto l’inverno (#1 – continua…)

  1. firesidechats21 ha detto:

    Madò. la meraviglia! *-* Te ci credi che non sono mai stato in montagna? E viviamo in una regione che è circondata da montagne! Sono un pessimo piemontese 😦

  2. Pingback: Comunicazioni di servizio – IMPORTANTE! | Ventuno su 21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...