La musica viene liberata

La musica e la sua evoluzione linguistica hanno avuto, e continuano ad avere, nel loro divenire, frequenti momenti di incontro con le discipline letterarie, scientifiche e storiche. L’indirizzo musicale richiede quindi che l’ambito in cui si realizza offra un’adeguata condizione metodologica di interdisciplinarità: l’educazione musicale e la pratica strumentale vengono così posti in costante rapporto con l’insieme dei campi del sapere.
La musica viene in tal modo liberata da quell’aspetto di separatezza che l’ha spesso penalizzata e viene resa esplicita la dimensione sociale e culturale dell’evento musicale.

dai Programmi di insegnamento di strumento musicale nei corsi di Scuola media ad indirizzo musicale

Forse anche nei Conservatori si dovrebbe riflettere di più su questo argomento…

P.s.: si capisce che sto studiando… ogni scusa è buona per perdere tempo. Blog incluso.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in #Comunemente: un blog come tanti altri, Varie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La musica viene liberata

  1. daniele navone ha detto:

    sì, si vede che studi! bravo man!

    P.S.: le indicazioni nazionali per il 1° ciclo non si riescono ad applicare nemmeno ai bienni dei conservatori…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...