Esercizi di ginnastica mentale

Stamattina ho visto questo video, e mi sono sorte alcune riflessioni… In particolare sul ruolo dei padri, completamenti assenti in questo spot.
Pubblicità cattiva che relega le donne al ruolo di madre? Oppure società incapace di concepire una genitorialità alla pari, e quindi aziende che prendono atto della situazione e si regolano di conseguenza per impostare le proprie politiche di marketing?

Ho sviluppato un po’ di questi pensieri nel post precedente su questo blog, e ho deciso di condividerli con Lorella Zanardo, autrice del documentario Il corpo delle donne (che consiglio a chiunque non sappia ancora di cosa si tratti).
La pagina Facebook e il sito omonimi da lei gestiti sono uno splendido laboratorio di idee sul tema della questione femminile intesa in senso ampio, e da parte mia lo vivo come fonte di stimoli e riflessioni sulla questione maschile. Credo sia importante, per una società matura, che anche gli uomini inizino a ragionare su quali modelli di relazione fra generi sono attualmente presenti nel mondo contemporaneo, se ci vanno bene e, se non ci piacciono, quali alternative vogliamo proporre.

Da questa esigenza di confronto è derivato un articolo, P&G: Le Olimpiadi e le madri single, in cui la Zanardo propone il dibattito sulla questione raccogliendo diversi punti di vista e facendo notare che -forse- i padri sono assenti da questo spot perché il target a cui si rivolge sono le madri single, una categoria in aumento e quindi economicamente sempre più significativa (su cui merita impostare una campagna di marketing).
Una visione abbastanza diversa dalla mia posizione iniziale, ma un po’ di ginnastica mentale -se non altro per prendere in considerazione un’idea nuova- non fa mai male. Non sono sicuro di aver raggiunto un’opinione definitiva sull’argomento, ma intanto il percorso di riflessione collettiva si è fatto interessante.

L’obbiettivo della pubblicità, comunque, è stato raggiunto: essendo girato splendidamente ha ottenuto molta visibilità e un’eventuale discussione aggiuntiva non fa che aumentare l’attenzione su di sé.
Vittoria per la P&G, dunque.

A parte i successi mediatici della suddetta multinazionale, vorrei però suscitare nei lettori di questo post un dibattito sull’argomento…
Voi, che ne pensate?

P.s.: chi desidera commentare si senta libero di farlo qui sotto sul mio blog o, se desidera dare al proprio contributo una maggiore visibilità, può commentare sotto l’articolo sul sito de Il corpo delle donne dove riceverà sicuramente maggiori visualizzazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in #Pubblicamente: post per molti, Pensieri sparsi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Esercizi di ginnastica mentale

  1. Stefi ha detto:

    Mi fa piacere vedere che ti “attivi” anche su questi temi. Io sono una “feroce” antisessista 🙂 Conosco il blog della Zanardo da tempo, anche se devo dire che da un po’ non leggo e commento. Nel caso non lo conoscessi ancora, ti faccio un nome, Lorenzo Gasparrini (http://lorenxo.tumblr.com/lorenzogasparrini), un tipo davvero in gamba; in particolare questo blog (http://questouomono.tumblr.com/) dove denuncia il sessismo che nuoce non solo sulle donne ma anche sull’immagine degli uomini intelligenti e quei pochi che, come te, sono sensibili a determinate problematiche perché capiscono che riguardano e incidono sul benessere/malessere di tutti. Trovo più importante e significativo che siano gli uomini a “metterci la faccia” senza aver paura di passare per femministi o essere etichettati in qualche altro modo che possa urtare la loro presunta “virilità”.

  2. Pingback: Lettera aperta a Lorella Zanardo | Q.I. – Qualcosa d'interessante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...