Teoria semiseria su diversi stadi dell’attrazione – Pensieri in seconda serata 2

Perchè ho scritto ‘sta cosa? Per giocare un po’, perché ho miliardi di cose da fare ma non ne avevo voglia, perché volevo scrivere sul blog e perché in parte sono cose su cui rifletto da un po’ di giorno. Ora le scrivo così posso togliermele dalla testa e passare ad altro. 😉

Al primo stadio dell’attrazione, quello base, ci stanno quelle ragazze che dici che sono “oggettivamente belle/carine”. E’ questo il punto, se lo sono solo oggettivamente vuol dire che non c’è una componente soggettiva, che tutto quello che puoi dare è un giudizio distaccato che non ti coinvolge direttamente. Manca un interesse personale che ti spinga ad interagire e a conoscere meglio quella persona. Può succedere spesso che si possa dire questo per una ragazza con un bel corpo ma con un viso che non ci comunica molto.

Poi c’è la bellezza soggettiva. Tutti noi abbiamo i nostri canoni estetici, credo che si possa dire che ci sono vari tipi di bellezza e ognuno di noi risponde in modo diverso. E’ il tassello che mancava nel primo livello, il coinvolgimento specifico: lei non è oggettivamente bella, lei piace a ME.

Finora siamo comunque rimasti in un campo molto limitato, che include l’aspetto fisico, i lineamenti del viso e poco più. Un viso può essere carino, bello, può trovare riscontro nei miei canoni estetici… ma a volte non basta. Si dice che il viso sia lo specchio dell’anima, per me ad esempio conta moltissimo il sorriso. Quello che entra in gioco al punto successivo è il carattere che emerge dell’altra persona. Anche solo piccoli dettagli… appunto come sorride, quanto sorride, se sorride a te, il suo atteggiamento nello stare con gli altri, anche solo nelle piccole cose. Istintivamente, intuitivamente ed inconsciamente (di sicuro non sono passaggi razionali) ti aggrappi a questi indizi per capire il livello di compatibilità, se quelle sono le caratteristiche che stai cercando in un ipotetico partner ideale, se la persona che hai davanti ti incuriosisce o se invece rimane nella tua zona grigia di interesse.

L’ultimo livello prima della cotta (quando ormai non conta più nessun ragionamento, c’è solo lei: punto e a capo) è l’evoluzione del punto precedente. Quando una persona la conosci, ormai abbastanza bene, e ti piace. Ti piace fisicamente e ti piace per la persona che è. Magari non sai quale dei due elementi è stato il primo, se è venuto prima l’uovo o la gallina, prima l’attrazione fisica o prima la bellezza della persona.
E’ quello stadio in cui non sei cotto, non è un’attrazione generica e totale (in cui sei pure un po’ rincoglionito). Più semplicemente hai la consapevolezza che con quella ragazza potresti stare bene, senti un’affinità nelle cose importarti e nelle cose semplici. E’ un punto da cui potresti partire per costruire, oppure è semplicemente il cemento per un’ottima amicizia. E’ quel punto complicato in cui forse vorresti essere cotto, così non saresti indeciso e non avresti dubbi, ma forse è meglio così perché se a lei non interessa non sei neanche così esposto e danneggiato. Quindi non sai neanche se buttarti e rischiare (meriterà?), o rimanere tranquillo e buono al tuo posto, anche se inquieto.

La parte più dannosa di quest’ultimo stadio è che rischia di tagliarti altre possibilità. Se sei al livello 4 per un persona (quindi niente cotta, ma solo idee sparse e spesso confuse) e conosci altre ragazze, non ti verrà da buttarti e approfondire la conoscenza… anche se con alcune senti che ci potrebbero essere affinità e cose da condividere. Non ti verrà da sbilanciarti per qualcun altra perché hai già in mente una persona, con cui sei convinto che ti troveresti bene: perché cercarne altre? E quindi va bene così, aspettiamo di vedere se ci saranno sviluppi: se io mi convinco e decido di rischiare, a costo di andare incontro ad un rifiuto; se lei dà qualche segnale, di qualunque tipo; se io mi rendo conto che c’è solo una buona amicizia e devo spaziare altrove.
L’ultima cosa da dire è che in questa fase sei estremamente lunatico, cambi idea spesso e sei estremamente vulnerabile ai trip mentali: razionalizzi e pensi pensi pensi quando in realtà sarebbe una trappola da evitare, dovresti sentire e basta. Il che la dice lunga sulla mia coerenza, contando quanto ho scritto fino a qui.

p.s.: se non si fosse capito, sono al livello 4.

Buona settimana a tutti!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in #Comunemente: un blog come tanti altri, Deliri di notte, Pensieri sparsi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Teoria semiseria su diversi stadi dell’attrazione – Pensieri in seconda serata 2

  1. Anonimo ha detto:

    Buttati e basta. È una pazza se rifiuta un ragazzo così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...